Rassegna Stampa

Filtra
Categoria
Tag
16.11.22

VERDEAZZURRONOTIZIE.I T

Pfas: ecco la mappa delle maledette ‘molecole eterne’ in Toscana

Fino a ieri molecole ideali, utilizzate in moltissimi campi, oggi i PFAS sono normati anche in Italia, e si moltiplicano gli studi sulla loro pericolosità. Situazione già vista molte altre volte per numerose sostanze: dall’amianto, ai PCB, a molti pesticidi… L’elenco è lunghissimo, e molte sono le sostanze o le famiglie di sostanze non ancora sufficientemente studiate. Gli stessi PFAS sono in realtà oltre 5000 diversi composti e molecole, ed è molto lungo, complesso e costoso studiarle tutte. E’ per questo che la normativa europea prevede il “Principio di precauzione”, ovvero l’adizione obbligatoria di misure adeguate anche in assenza di certezza scientifica o comunque di una valutazione completa del rischio, ed è per questo che le polizze di tutela ambientale più moderne includono esplicitamente anche la copertura di tali eventi.

15.11.22

NIGRIZIA.IT (WEB)

La grande bufala della transizione energetica

Nei Paesi Occidentali la transizione ecologica sembra stia pian piano entrando delle agende di tutti i governi e nei CdA delle società, nonchè nelle valutazioni dei rating ESG e in borsa … ma  allo stesso tempo nell’altra parte del mondo in realtà si moltiplicano gli investimenti in ricerca, nello sfruttamento e nelle infrastrutture per la distribuzione degli idrocarburi fossili al mondo occidentale, con un risultato finale decisamente poco in linea con i proclami.

15.11.22

SONDRIOTODAY.IT

Incendio all’impianto rifiuti Secam: aria irrespirabile a Sondrio

Incendio in un impianto di trattamento rifiuti a Sondrio, con alte colonne di fumo irrespirabile e acre che hanno portato Arpa ed ASL a raccomandare alla popolazione di chiudersi in casa e tenere porte e finestre chiuse

14.11.22

LA REPUBBLICA - EDIZIONE TORINO

L’enigma degli incendi fabbriche nel mirino

Notte di incendi dolosi a Villastellone, nel torinese, con molte similitudini ad analogo raid di giugno a Poirino, poco distante; danni per milioni di euro.

14.11.22

ITALIA OGGI SETTE (ITALIA OGGI)

Climate change, piu’ polizze contro i disastri ambientali

Gli eventi meteorologici eccezionali stanno diventando sempre più frequenti e nel mondo si sta ampliando la richiesta di coperture assicurative ad hoc che includano anche il rischio di causare un danno all’ambiente in conseguenza di un evento naturale eccezionale. Questo è naturalmente fondamentale per la protezione diretta dell’azienda dalle eventuali richieste di risarcimento, ma diventa sempre più importante anche in un’ottica di rating ESG.

Analogamente sono in continua crescita, per ora soprattutto all’estero, le azioni contro gli stessi manager per non aver prevenuto e gestito correttamente il rischio conseguente al cambiamento climatico. Ma non solo: cominciano ormai ad arrivare in tribunale i primi casi per aver contribuito a causare il cambiamento climatico stesso.

Evidenziamo per completezza che i più recenti testi assicurativi permettono, oltre alla tradizionale copertura dell’eventuale danno all’ambiente innescato da un evento meteorologico eccezionale, anche la copertura dell’eventuale contributo involontario al cambiamento climatico.

13.11.22

LA NAZIONE

Bombe d’acqua e siccita’: cresce l’inquinamento

L’alternanza di periodi di scarsa piovosità con le cosiddette bombe d’acqua, ovvero momenti di piovosità elevatissima, attribuibile al cambiamento climatico in atto, mostra un nuovo elemento di preoccupazione, in quanto risulterebbe causare sia il dilavamento di contaminanti “fossili”, ovvero contaminanti precedentemente bloccati nel terreno dagli anni ’70-’80, sia il by-pass dei depuratori delle acque reflue. In questo articolo è ben schematizzato il funzionamento di questi meccanismi di contaminazione.

13.11.22

IL MATTINO - EDIZIONE NAPOLI NORD

Incendia frigo per smaltirlo 87enne finisce ai domiciliare

Talvolta basta veramente poco per evitare l’inquinamento e rispettare la normativa studiata per proteggerlo: giusto un po’ di attenzione e, naturalmente, pensarci …

Forse è proprio questo cambiamento di mentalità la fatica maggiore.

12.11.22

LA STAMPA - EDIZIONE NOVARA

Intossicazione di gruppo

Incidente chimico presso la Galvanoplast di Gravellona Toce, probabilmente causato dall’errore umano nella manipolazione di un reagente, con lo sviluppo di una nube di gas tossico ed una ventina di lavoratori impattati ed inviati in Pronto Soccorso per gli opportuni controlli.

Gli errori umani, insieme alla manutenzione inadeguata, sono di gran lunga la causa più frequente di incidenti, con conseguenze che almeno in questo caso sono fortunatamente state non gravi.

12.11.22

LASENTINELLA.GELOCAL. IT (WEB2)

Volpiano, incendio doloso alla discarica abusiva: ferrovia bloccata

Fra le conseguenze ambientali di un incendio ci sono tipicamente le acque di spegnimento ed i fumi. Se questi poi portano al blocco di un’arteria di traffico, le conseguenze economiche possono essere particolarmente gravi

11.11.22

BLOGSICILIA.IT (WEB)

Inquinamento del Nocella, distilleria Bertolino deve pagare subito i danni d’immagine al Comune

Ennesimo caso per cui nessuna azienda è immune al rischio ambientale , in questo caso una distilleria sembrerebbe aver causato danni ambientali per più di 1 milione di euro .