Rassegna Stampa

Filtra
Categoria
Tag
Cerca
27.03.24

LA REGIONE TICINO

Inquinamento da idrocarburi nel torrente Leguana

Perdita di un centinaio di litri di idrocarburi da parte di una azienda lungo il torrente Leguana.

E’ stato predisposto uno sbarramento preventivo per l’assorbimento dei residui.

27.03.24

RAINEWS.IT (WEB)

Fanghi rossi a Piscinas, oggi nuovi monitoraggi

Nella zona di Piscinas in Sardegna c’è stato uno sversamento di fanghi provenienti dai pozzi dismessi delle vecchie miniere e mai bonificate.

27.03.24

E-GAZETTE.IT

Che aria che fa. Studio: l’allevamento produce un quarto dell’inquinamento lombardo

Una ricerca di Bocconi, Cmcc e Legambiente rileva l’effetto di bovini e suini sullo smog: le attività di allenamento producono un quarto dell’inquinamento lombardo.

27.03.24

GDS.IT

Incendio nei pressi di un centro commerciale a Bagheria: in fiamme una discarica a cielo aperto

Grande incendio nei pressi di una discarica vicino ad un centro commerciale . Spesso la formazione di nubi tossiche possono interrompere le attività limitrofe ad esempio in questo caso arrecare un danno ad un centro commerciale potrebbe portare a una richiesta di risarcimento importante ; anche per questo motivo è sempre più fondamentale dotarsi di  polizza dedicata di tutela ambientale.

27.03.24

ILGAZZETTINO.IT (WEB)

Inquinamento del fiume Zero: la causa e’ un allevamento di vitelli

Sversamento nelle acque del fiume Zero causato da un allevamento di vitelli, sono intervenuti Arpa e Carabinieri .

22.03.24

IL GIORNO - ALTA LOMBARDIA

Veleni, oltre mille siti da bonificare

In Lombardia sono più di 1000 i siti ancora da bonificare. Nonostante il principio “Chi inquina paga” e la severa normativa sulle Bonifiche vigente nel nostro paese (D.Lgs. 152/2006 Parte Quarta Titolo V), non è scontato che chi ha causato una contaminazione sia in grado di sostenere le spese di bonifica. Se il responsabile fallisce o comunque non ottempera agli obblighi previsti dalla normativa ambientale, gli interventi ricadono sulla Regione e di conseguenza sui contribuenti. L’esistenza di una copertura assicurativa per i danni all’ambiente rappresenta in tal senso un’importante protezione per l’azienda e il suo patrimonio, per le risorse naturali così come per noi cittadini e tutto il territorio.

22.03.24

IL GIORNALE DI TREVIGLIO

Allarme incendio ieri alla “Soliveri”

22.03.24

ILFATTOQUOTIDIANO.IT (WEB)

Ormai i Pfas sono ovunque, anche nell’acqua

I Pfas sono un gruppo di migliaia di sostanze chimiche di sintesi prodotte dalle industrie, ancora oggi ampiamente usate perché in Italia non esiste una legge che ne vieti la produzione e l’utilizzo. Trovano ampia applicazione perché idrorepellenti, stabili e resistenti alle alte temperature, pur essendo pericolosi la nostra salute, trovano impiego in una vasta gamma di applicazioni industriali e prodotti di largo consumo. Possono essere chiamati il nuovo amianto.

22.03.24

IL GAZZETTINO - EDIZIONE PADOVA/ABANO/

Villafranca Rogo di notte in un’azienda di imballaggi

Nella notte un grosso incendio ha distrutto un magazzino di una ditta che produce imballaggi. il rogo si è originato per via di un corto circuito che ha dapprima coinvolto delle cataste di legna nel magazzino per poi estendersi fino a distruggerlo. Sono in corso eventuali accertamenti ambientali.

20.03.24

GIORNALEPARTITEIVA.IT

In Italia il 73% dei danni arrecati all’ambiente dalle imprese potrebbe essere evitato intervenendo su manutenzioni ed errori umani

Il 27 Febbraio è stato presentato alla Camera dei Deputati il Report Pool Ambiente 2024 da cui emerge che, ogni anno, in Italia si verificano più di 1.000 casi di danno all’ambiente. Di questi, il 73% potrebbe essere evitato intervenendo sulle attività di manutenzione e di formazione.