Bonifica

Filtra
Categoria
Tag
Cerca
05.02.24

IL SECOLO XIX - EDIZIONE SPEZIA/SARZANA

Inquinamento nell’ex Pittaluga affidata l’indagine ambientale

Ennesimo caso di bonifica per sito “orfano” : sono sempre più i casi di bonifiche costose effettuate ai danni della collettività.

30.12.23

QUOTIDIANO DI SICILIA

Avanzano le bonifiche nell’ex raffineria di Gela

Al via le bonifiche dell’ex-raffineria di Gela mediante l’utilizzo di più tecnologie, anche a carattere innovativo, al fine di ridurre la quantità di rifiuti prodotti e rimuovere la contaminazione di terreno e falda

15.12.23

LADIGE.IT (WEB)

Terreni inquinati a Trento Nord, vertice in Procura sui tempi delle analisi su Sloi e Carbochimica

Anche i siti dismessi possono provocare danni all’ambiente e contaminare l’ambiente circostante. La normativa prevedere che il proprietario provveda a contenere la contaminazione e metta in atto le attività di bonifica per evitare il propagarsi del inquinamento. Le azienda ignorano le responsabilità in materia ambientale, ma ciò può avere conseguenze gravi anche dal punto di vista penale e non solo civile.

12.12.23

APRILIANEWS.IT

Aprilia: Bonificati dai rifiuti bruciati i quattro capannoni andati a fuoco all’ex Freddindustria. F

Dopo 10 mesi dal rogo che ha distrutto la Freddindustria, per cause ancora ignote, si è conclusa una prima fase di bonifica che riguarda la rimozione dei rifiuti e delle lamiere bruciate, tuttavia le operazioni di bonifica non sono ancora terminate. L’incendio rimane lo scenario di danno ambientale più comune, perché può riguardare tutte le aziende, senza distinzione e nonostante la polizza incendio sia ampiamente diffusa una polizza per danni ambientali fatica ancora a trovare accoglimento da parte delle imprese italiane. E’ bene ricordare però che solo una polizza per danni all’ambiente copre le conseguenze ambientali di un incendio e talvolta i proprietari dei siti pur non essendo responsabili dell’incendio, devono comunque provvedere alla bonifica per evitare che la contaminazione si propaghi oltre i confini del proprio stabilimento.

29.11.23

LASVOLTA.IT

Lombardia: 900mila euro per mettere in sicurezza sito ex Chimica Bianchi di Rho

Sono centinaia di milioni spesi ogni anno dallo Stato per sostenere spese di bonifica e ripristino delle risorse naturali danneggiate da imprese. Uno dei motivi per cui queste spese vanno a carico dello Stato (e di conseguenza di tutti noi) è l’assenza, da parte dell’impresa, di una copertura assicurativa per i danni all’ambiente. In Italia infatti solo lo 0,45% delle imprese si è dotato di una copertura per i danni all’ambiente. Per tutte le altre (99,55%) c’è un concreto rischio che in caso di danno all’ambiente l’impresa fallisca e interventi e relative spese restino a carico dello Stato.

07.11.23

IL SOLE 24 ORE

Terreni bonificati fuori dai rifiuti solo con autorizzazione caso per caso

Chiarimento ministeriale sulla possibilità di cessazione della qualifica di rifiuto, e quindi di riutilizzo, per le terre provenienti da bonifica, trattate fino a conformità con le CSR (possono essere riutilizzate solo nel sito di provenienza, nei limiti di quanto previsto dal POB), oppure fino a conformità con le CSC aree verdi (consentita)

30.10.23

ILTQUOTIDIANO.IT

Scalo Filzi, la bonifica a Webuild & C., alla fine paghera’ Roma

Spesso i costi di bonifica ricadono sulla collettività , in questo caso pagherà RFI che è una società pubblica .

Anche per questo motivo è sempre più fondamentale che le aziende si dotino di una copertura assicurativa ambientale .

26.10.23

DIRITTO.NET (WEB)

Le normative sulla bonifica dei siti contaminati: obblighi e procedure

La gestione dei siti contaminati è un tema di grande importanza per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica. La bonifica di tali siti è un processo complesso che richiede l’applicazione di precise normative e l’adempimento di specifici obblighi da parte dei soggetti coinvolti. Molto spesso le aziende italiane sottovalutano i rischi di danno all’ambiente e non sono consapevoli della normativa in materia, infatti un evento di danno all’ambiente può cogliere totalmente impreparata l’azienda stessa.

05.10.23

VERONANEWS.NET

Regione Veneto: contributi a Comuni e Province per interventi di bonifica ambientale siti inquinati

Con l’ultima delibera del la Regione Veneto ha messo a disposizione delle amministrazioni comunali e provinciali fondi finalizzati alla realizzazione delle attività di caratterizzazione e bonifica di siti inquinati.

I fondi potranno essere utilizzati sia per interventi che riguardano aree di proprietà della Pubblica Amministrazione che interventi su aree private ove l’Ente territorialmente competente intervenga in sostituzione e in danno del soggetto obbligato inadempiente.

05.09.23

INSIC.IT

Bonifiche SIN: Linee guida MASE sul principio “Chi inquina paga”

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica ha prodotto e Linee Guida sull’applicazione del
principio comunitario “chi inquina paga”, rivolte a tutte le Amministrazioni competenti nell’ambito di
bonifica dei Siti di Interesse Nazionale (SIN) (di cui all’art. 244 del decreto legislativo n. 152/2006).